giovedì 13 dicembre 2012

SANTA LUCIA: SI PREPARA LA CUCCÌA!!

Oggi è Santa Lucia da Siracusa, una ricorrenza molto sentita in Sicilia e oggi in tutte le case dei Siciliani si assapora la cuccìa, anticamente era un piatto salato composto da grano cotto e verdure e a tal proposito c'è una leggenda che narra nel 1646 Siracusa fu colpita da una grave carestia durante la dominazione spagnola e proprio grazie alla devozione verso questa Santa, nella disperazione del momento giunse una nave carica di grano, per cui da allora fino ai giorni nostri c'è l'usanza di cucinare in questo giorno la cuccìa, il grano bollito, appunto, che oggi è un dolce che unisce al grano la crema di ricotta, i canditi, il cioccolato e i pistacchi.
La mia è una versione for dummies, ed ecco come si fa:

- 580 g di grano bollito già pronto
- 5 cucchiai di zucchero
- 250 g di cioccolato fondente
- 500 g di ricotta

Setacciare la ricotta in un colino, e aggiungere lo zucchero, mescolare per amalgamare bene i sapori.
Frullare il cioccolato fondente e aggiungerlo alla crema di ricotta, infine aggiungere il grano bollito già pronto.
Preparare il dolce il giorno prima di consumarlo.

Buona Santa Lucia a tutti!!

venerdì 7 dicembre 2012

RIGATONI IN CREMA DI ZUCCA CON DADOLATA DI PESCE SPADA E GRANELLA DI PISTACCHI DI BRONTE

Quest'estate siamo andati in Sicilia, e abbiamo fatto una gita di due giorni tra Siracusa e i luoghi di Montalbano. A Siracusa non potevamo farci mancare Ortigia, e sebbene il tempo a disposizione era pochissimo e non abbiamo visto nemmeno un decimo di quello che ci sarebbe da vedere, abbiamo pranzato nella storica Trattoria da Jannuzzo alla Darsena. Ci siamo fatti incantare da questo primo veramente strepitoso, che loro propongono con le garganelle e devo dire che sono molto più indicate dei rigatoni, innamorati di questa delizia, ho provato a riproporla a casa:

Ingredienti per 4 persone:

- 320 g di rigatoni ma meglio le garganelle
- 400 g di pesce spada
- 1kg di zucca
- acqua calda q.b.
- 6 spicchi d'aglio
- olio evo q.b.
- sale q.b.
- pepe q.b.
- 250 g di granella di pistacchi di Bronte

Per prima cosa si monda la zucca si taglia a cubetti e si fa rosolare in padella con olio e 3 spicchi d'aglio schiacciati e vestiti, si salta 3/4 minuti fin quando comincia a intenerirsi e si aggiunge acqua calda circa 1 bicchiere e la si fa stufare col coperchio fin quando è bella tenera, si aggiusta di sale e pepe e si frulla fino a renderla una crema omogenea.
Poi si prende il pesce spada, lo si priva della pelle e lo si taglia a cubetti di circa 1 cm di lato, lo si fa rosolare in padella con olio e 3 spicchi d'aglio schiacciati e vestiti fino a cottura.
Si cuoce la pasta in acqua salata e la si scola al dente conservando l'acqua di cottura, in un salta pasta si mette la crema di zucca e lo spada, vi si salta la pasta aggiungendo l'acqua di cottura per legare bene il sugo. Una volta impiattata la pasta, si spolverizza ogni piatto con una generosa manciata di granella di pistacchio di Bronte.
Buon appetito!!

lunedì 3 dicembre 2012

TONNO IN CROSTA

Sabato sera ho avuto dei carissimi amici a cena, Caterina e Andrea, e in onore loro ho cucinato due piatti deliziosissimi di cui questo è il secondo, il tonno in crosta, ma non del solito sesamo:

Ingredienti:
- 4 filetti di tonno
- 250 g di pistacchi sgusciati e tritati
- 90 g di pomodori secchi
- 2 cucchiai di semi di papavero
- pan grattato q.b.
- olio evo q.b.
Frullare i pomodori secchi e aggiungerli alla granella di pistacchio, aggiungere i semi di papavero il pan grattato.
Panare i filetti con il composto, pressando bene per far aderire il tutto e lasciar riposare in frigo almeno 2 ore.
Scaldare l'olio in una padella capiente e quando è ben caldo far cuocere 2/3 minuti per parte.
Servire caldo.

Buon appetito!!

Forse ti potrebbe interessare anche:

Related Posts with Thumbnails