martedì 15 dicembre 2009

CALAMARI RIPIENI CON PATATE AL FORNO

Girovagando per il mercato del pesce, ho trovato dei calamari "giganti", e ho pensato che fossero perfetti da fare ripieni, nonché, vista la dimensione, avessero anche un bell'effetto scenico...
Ingredienti per 4 persone:
- 4 calamari giganti
- 2 confezioni di philadelphia grande
- 500 g di gamberetti piccoli giù sgusciati
- 8 patate
- sale q.b.
- alloro q.b
- rosmarino q.b.
- salvia q.b.
- origano q.b.
- aglio q.b.
- prezzemolo q.b.
- olio evo
- un bicchiere di vino bianco

Per prima cosa lavare e asciugare con carta assorbente i calamari. Preparare un trito con il sale, l'alloro, il rosmarino, la salvia, l'aglio e il prezzemolo. In una ciotolina, mescolare la philadelphia con i gamberetti, e con l'aiuto di un sac a poche, riempire i calamari, avendo cura di non arrivare al colmo, in quanto in cottira ritirano, e si rischierebbe la fuoriuscita del ripieno.
Mondare le patate, lavatele e asciugatele con la carta assorbente, poi con l'aiuto di una mandolina, tagliatele a rondelline dello spessore di circa 5 mm.
Scaldate il forno a 200°.
Disponete i calamari in una teglia da forno, conditeli con l'olio e cospargeteli con parte del trito preparato precedentemente dopodiché, infornateli per 20 minuti.
Disponete le patate in una teglia da forno, e conditele con l'olio e il rimanente trito, spruzzate col vino, e infornatele anch'esse alla temperatura di 200° per 20 minuti.
Quando calamari e patate saranno cotti, disponetele nel piatto, e servite ben caldo.

Ci piace accompagnare il piatto con un novello rosso, o con un bianco amabile come il Muller Thurgau

lunedì 14 dicembre 2009

PENNE AGLI SCAMPI

Il pesce...che passione....Ho sempre gustato con immenso piacere gli scampi, crostacei sublimi dal sapore sopraffino.
Li ho sempre gustati, ma mai preparati..Mi sembravano inarrivabili, quando l'altro giorno, mi sono innamorata di questi scampi, e presa da una botta di coraggio, ho voluto provare a cucinarli..
Il risultato è stato ottimoooooo!!!
Eh sì, i miei amici sono rimasti veramente soddisfatti!!
Passo ad illustrarvi questa meravigliosa ricetta:

PENNE AGLI SCAMPI
ingredienti per 4 persone:
- 15 scampi
- 320 g di penne
- 125 ml di panna
- 2 bicchierini di martini secco
- olio evo
- sale q.b
- rosmarino q.b.
- alloro q.b.
- aglio q.b.
- salvia q.b.
- prezzemolo q.b.
- origano q.b.

Lavare gli scampi e asciugarli con la carta da cucina. Preparare un trito con sale, rosmarino, alloro, aglio, salvia, prezzemolo e origano. In una padella, far riscaldare l'olio e far saltare gli scampi insaporendoli con il trito di spezie, per circa 10 minuti coperti, poi sfumare con un bicchierino di martini secco, e continuare la cottura per altri 5 minuti, sempre coperti.
Scegliete 4 scampi con entrambe le chele, e metteteli da parte, serviranno come guarnizione al piatto e verranno gustati a parte. Sgusciate gli altri scampi. Fate cuocere al dente in abbondante acqua salata, le penne. In una padella, scaldare un po' di olio evo, e schiacciare i corpi degli scampi, riducendoli quasi in poltiglia. Appena saranno rosolati, insaporire con un po' del trito preparato precedente, e sfumare con il secondo bicchierino di martini secco, poi aggiungere la panna, mescolare per due tre minuti, e aggiungere gli scampi riservati alla guarnizione e far scaldare.
Prima di scolare la pasta, aggiungere due cucchiai di acqua di cottura al sugo, e insaporire la pasta fin quando l'acqua non si è assorbita.
Servire nei piatti, decorando con gli scampi messi da parte precedentemente.

Ci piace accompagnarlo con un vino rosso novello.

giovedì 26 novembre 2009

POLPETTONE RIPIENO DI CARNE IN CROSTA DI PASTA BRISE' E PATATE ARROSTO

Ecco il mio orgoglio!! Ebbene sì, era tanto, tantissimo tempo che avevo in mente di preparare il polpettone di carne ripieno in crosta, e finalmente ieri sera, avendo avuto amici a cena, ho deciso che era l'occasione giusta per elaborare questa mia ricettina.. Ed eccolo qua, un vero trionfo, ha avuto un successo inaspettato, e questo mi ha reso davvero felice, quindi ve lo presento:

POLPETTONE RIPIENO IN CROSTA DI PASTA BRISE' E PATATE AL FORNO
ingredienti per 4/6 persone:

- 800 g di macinato magro sceltissimo
- 4 salsicce
- 6 uova
- 150 g di permigiano grattugiato,
- prezzemolo q.b.
- latte q.b.
- 5 cucchiai abbondanti di pan grattato
- 200 g di spinaci
- 2 confezioni di pasta brise'
- 2 bicchieri di vino bianco
- 8 patate medie
- 4 cucchiai d'olio extra vergine d'oliva
- 2 misurini di brodo vegetale

Per prima cosa scaldare il forno alla massima temperatura.
In una ciotola mescolare insieme il macinato, le salsicce spellate, 3 uova intere, 100 g di parmigiano grattugiato, il prezzemolo, 4 cucchiai di pan grattato e il latte. Mescolare con cura affinché tutti gli ingredienti si amalgamino perfettamente insieme.
Lessare gli spinaci nell'acqua, senza aggiungere sale, non appena cotti, scolarli bene.
A parte sbattere le tre uova rimanenti aggiungendo i 50 g di parmigiano grattugiato e il cucchiaio di pan grattato, dopodiché preparare una frittata.
A questo punto, stendere su una placca della carta da forno, sulla quale stenderemo l'impasto di macinato, avendo cura di appiattirlo affinché si crei una spianatoia su cui adageremo prima la frittata e per ultimi gli spinaci che spolvereremo con abbondante parmigiano grattugiato.
Aiutandosi con la carta forno, procedere ad arrotolare su se stesso il polpettone, assicurarsi che sia ben sigillato e a questo punto infornare alla massima temperatura per 15 minuti. Questa operazione permette di sigillare il polpettone, mantenendo all'interno tutti i succhi che lo manterrano morbido.
Sbucciare le patate e tagliarle a cubetti piccoli, disporle in una teglia, unire i 4 cucchiai d'olio, il bicchiere di vino e i due misurini di brodo vegetale, mescolare velocemente e infornare.
Passati i 15 minuti, e appena si sarà formata la crosticina superficiale, sfornare il polpettone, stendere la pasta brise' e arrotolarla attorno al polpettone, il quale dovrà essere completamente avvolto dalla pasta, disporlo sulla placca da forno, bagnare col bicchiere di vino , abbassare il forno a 200° e infornare per altri 20 minuti.
Appena la pasta brise' si sarà dorata, sfornare il polpettone, affettarlo e disporre le fettine nei piatti, guarnire con le patatine e servire.
Buon Appetito!!

Ci piace accompagnarlo con un buon calice di Marzemino del Trentino.

giovedì 19 novembre 2009

FAGOTTINI DI MARE

Oggi vi presento un'idea sfiziosa per un antipasto di mare che manda in visibilio gli amanti della pasta sfoglia come la sottosscritta!
In realtà il metodo è semplicissimo, e potete alternare il ripieno con qualsiasi cosa vi viene in mente: io, oltre alla ricetta che vi presento oggi, gli stessi fagottini li ho fatti in altre due maniere che, al termine della presentazione della ricetta attuale, vi illustrerò!!

ingredienti per 15 fagottini:
- 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
- 15 code di mazzancolle
- 1 confezione di philadelphia grande

Per prima cosa, srotolate la pastasfoglia, lasciandola sulla sua cartaforno originaria, aiutandovi con un coltello affilato ma non seghettato, dividete il lato corto del rettangolo di pasta sfoglia in tre, e il lato lungo in 5, cosicché otterrete 15 rettangolini. Riscaldate il forno a 200°.
Con l'ausilio di un cucchiaino da caffè, disponete al centro di ogni quadratino, una piccola quantità di philadelphia, poi disponete sulla philadelphia, una coda di mazzancolla per ogni quadratino.
A questo punto, bisogna chiudere i fagottini: prendete il quadratino in mano, e per prima cosa, chiudete i 4 angoli unendoli in maniera opposta (l'angolino in alto a sinistra dovrà chiudersi con quello in basso a destra, e quello in alto a destra, con quello in basso a sinistra), infine, richiudere su se stessa la sfoglia che rimane aperta, così da formare quasi una pallina.
In figura vedere come risultano i fagottini chiusi. Disponete i fagottini così ottenuti, su una placca da forno, avendo la cura di posizionarli con il lato della chiusura rivolta verso il basso, in modo che in cottura, nel gonfiare, non si aprano come è successo a me (sigh..sob..). Infornarli per 15-20 minuti, e comunque fin tanto che non sono belli dorati in superficie. Lasciarli intiepidire, una volta tolti dal forno, poi servire.
Questo è il risultato finale!!
All'inizio vi ho detto che si possono mettere tutti i ripieni che volete: io vi suggerisco questi altri due ripieni, uno salato e uno dolce, il metodo è lo stesso!!
Ripieno salato:
- 1 scamorzina affumicata
- 70 g di speck
Tagliate la scamorzina a cubetti piccoli, e disponetene 3 o 4 al centro del quadratino, sopra, disporre una fettina di speck, arrotolare come descritto prima, e infornare alla stessa temperatura e per lo stesso tempo come indicato prima.
Ripieno dolce:
- 30 g di marmellata di albicocche
- 1 mela
Sbucciate e tagliate a piccolissimi cubetti una mela, e mettetela a bagno in acqua e limone. Disporre un velo di marmellata sui quadratini, distribuire un cucchiaino di cubetti di mela sulla marmellata, chiudere i fagottini come precedentemente descritto, infornare come già indicato.
Buon appettito!!






lunedì 16 novembre 2009

POLPETTINE AL POMODORO

Amici miei, dopo un po' di silenzio, eccomi tornata ai fornelli!!In realtà in questo periodo sabbatico, qualche ricettina l'ho tirata fuori, e piano piano la posterò!! Oggi voglio farvi assaggiare le polpettine di carne al pomodoro: una ricetta facile e gustosissima!!

Ingredienti per 10 polpette:

- 300 g di macinato sceltissimo
- 2 salsiccie di suino
- 2 cucchiai di pan grattato
- 2 uova
- 80 g di parmigiano grattugiato
- prezzemolo
- sale e pepe q.b.
- farina q.b. per la panatura
- olio extravergine q.b.
- uno spicchio d'aglio
- 500 ml di passata di pomodoro

In una ciotola, mettere il macinato, la salsiccia spellata, il pan grattato le uova intere, il parmigiano, il prezzemolo e aggiustare di sale e pepe. Mescolare con le mani tutti gli ingredienti affinché si amalgamino alla perfezzione. Con l'ausilio di un cucchiaio da minestra, raccogliere piccole porzioni di impasto sul palmo della mano, e formare delle piccole palline che disporremo su un vassoio.

Mettere un po' di farina in una ciotolina, e passare le polpettine affinché s'infarinino da tutti i lati.

Far scaldare dell'olio in una padella, e quando è ben caldo, cuocere le polpettine infarinate fin quando non sono belle dorate su tutti i lati.
Togliere dal fuoco le polpettine, pulire la padella dall'olio cotto, e mettrene due cucchiai nuovi, tagliare a dadini sottili l'aglio e farlo soffriggere. Appena sarà dorato, aggiungere la passata di pomodoro, e farla cuocere per circa 10-15 minuti. A questo punto, aggiungere le polpettine precedentemente cotte, e lasciarle insaporire per 2-3 minuti.
Impiattare e servire ben calde.
Buon Appetito!!

sabato 31 ottobre 2009

VIN BRULE'

Si avvicina la stagione fredda, e con lei tutti gli acciacchi cosiddetti "di stagione".. Il più frequente è il raffreddore, noiosissimo specialmente, almeno per me, la notte, quando il naso è intasato peggio della tangenziale all'ora di punta, si respira con la bocca e ci si ritrova con la gola secca e tutta impastata...La mia cara mamma, per aiutarmi a guarire, mi ha insegnato a farmi il vin brule', bevanda miracolosamente medicamentosa che si può degustare o appunto in preda a stati influenzali, ma anche come bevanda tout court per riscaldarsi dal freddo pungente.
Ci sono due metodi che io conosco per preparare il vin brule': uno molto semplice, uno un pochino più elaborato. Ve li illustrerò entrambi, lasciando a voi la scelta di quale preferire!!
VERSIONE SEMPLICE
ingredienti per 1 persona:
- 1 tazza di vino rosso buono
- 3 cucchiai di zucchero
Scaldare il vino in un pentolino, aggiungere lo zucchero, mescolare e portare ad ebollizione. Con l'aiuto di un lungo stuzzicadenti, dar fuoco al vino e aspettare che si sia consumato tutto l'alcol contenuto.
Versare in una tazza e bere caldo.
VERSIONE ELABORATA
ingredienti per 1 persona:
- 1 tazza di vino rosso buono
- 3 cucchiai di zucchero
- 4 chiodi di garofano
- 1 stecca di cannella
Scaldare il vino sul fuoco e aggiungere lo zucchero, i chiodi di garofano e la stecca di vaniglia. Mescolare e portare ad ebollizione. Aiutandosi con un lungo stuzzicadenti, dar fuoco al vino, e lasciare che si consumi tutto l'alcol contenuto. Filtrare il vino in una tazza e bere caldo.
Se lo provate come "stura naso" bevetelo già infilati al caldo sotto le coperte del letto!
Se lo degustate come bevanda, potete accompagnarlo con qualche dolce di pasticceria!
Buona degustazione!!

giovedì 29 ottobre 2009

PLAGIO

Grazie a Lory http://dolciesalatetentazioni.blogspot.com, sono venuta a conoscenza del blog di Adriano http://profumodilievito.blogspot.com.
Adriano è stato vittima di un plagio. Credo sia un'esperienza bruttissima e chiunque compia questi gesti scorretti, dovrebbe ricevere una punizione pari a quella comminata a chi ruba.
Tutti siamo padroni del nostro lavoro frutto dell'intelletto, e quanto meno chi intende usarlo, dovrebbe almeno chiederci il permesso.
Io accolgo la richiesta di Adriano, pubblicando sul mio blog il suo post, a denuncia di quanto successo, e invito tutti i miei lettori a fare altrettanto. Oggi è successo ad Adriano, domani potrebbe capitare a chiunque di noi, e sono sempre eventi spiacevoli.
Grazie a quanti di voi aderiranno a questa iniziativa.

PERDONATE LO SFOGO..


Siamo alle solite, forum e blog sono considerati da tempo luoghi dove attingere a piene mani senza chiedere autorizzazioni di sorta.

Stavolta è una “illustre signora” l’autrice (non alle prime armi) dell’ ”appropriazione indebita”.Il 6 di ottobre è andata in onda in una nota trasmissione televisiva, la nuova ricetta della signora in questione, che guarda caso è la copia conforme della mia http://profumodilievito.blogspot.com/2007/09/altra-mia-passione-sono-i-dolci.html, datata 2007 e da me inventata di sana pianta, presa dal blog (o da un forum nel quale l’avevo inserita di mio pugno), infischiandosene della licenza Creative Commons http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.5/it/, la quale recita chiaramente cosa si possa o meno fare del materiale da me pubblicato ed in calce alla quale prego di chiedere il consenso prima di utilizzare quanto da me scritto. La MIA crostata di mele e mandorle oramai già gira per la rete come ricetta della nota co-conduttrice, e come tale è anche sull’archivio della rete televisiva che ospita la trasmissione.

Ma è possibile che sia talmente facile e rimanga impunita l’appropriazione del lavoro altrui, spacciandolo (addirittura su una rete di Stato) per proprio?

Mi viene il dubbio che sia così, dal momento che la signora non è nuova a questa pratica: nel lontano 2003, Lydia, di Tzatziki a colazione http://tzatzikiacolazione.blogspot.com, vide pubblicata una sua ricetta http://tzatzikiacolazione.blogspot.com/2009/10/ci-risiamo.html (che per lungo tempo fu un tormentone che girava nei vari forum), anche questa volta un semplice copincolla, in un libro la cui autrice è proprio la signora e le cui ricette provenivano dalla trasmissione in questione. Ne parla qui http://tzatzikiacolazione.blogspot.com/2009/10/ci-risiamo.html, tra parentesi vi consiglio anche di provare la torta caprese cioccolato bianco e limone, a me piacque tantissimo. E’ proprio tanto difficile spendere due paroline sulla paternità delle altrui cose, a salvaguardia della correttezza personale e dell’altrui lavoro?Oltre a questi due casi, ce ne sono altri di cui non parlo in questo momento ma che denunciano un’abitudine di vecchia data a questo comportamento a dir poco scorretto.

Ringrazio quanti vorranno linkare questo post e quello di Lydia

giovedì 15 ottobre 2009

IL MIO RAGU' DI PESCE SPADA

Eccomi tornata anche in questa mia creatura, ultimamente un po' abbandonata, e me ne scuso, ma l'estate prima, tremila accadimenti dopo, e di cucinare nemmeno l'ombra...In realtà qualche cosina l'ho fatta, ma ancora non l'ho postata...Spero di riuscire ad aggiornarlo con più costanza!!
Allora, per questo rientro, ho scelto il mio personalissimo ragù di pesce spada...Ve lo presento!!

ingredienti per 4 persone:
- 320 g di penne rigate
- 300 g di pesce spada a cubetti
- 4 cucchiai di olio extra vergine
- un bicchiere di vino bianco
- una cipolla bianca
- capperi dissalati q.b.
- 400 ml di passata di pomodoro
- un misurino di brodo vegetale
- basilico q.b.

In una padella, fate scaldare l'olio e farvi appassire la cipolla tritata finemente. Quando si sarà imbiondita. sfumate con il vino bianco e aggiungete i cubetti di spada, fateli saltare velocemente, poi aggiungere la passata di pomodoro, i capperi, il misurino di brodo vegetale e qualche fogliolina di basilico, mescolare e lasciate cuocere a fuoco lentissimo per 15/20 minuti. Nel frattempo, cuocete in abbondante acqua salata le penne, scolatele al dente e, non appena il sugo si è ritirato, saltarvi le penne, lasciando insaporire per qualche minuto. Servite e.. Buon appetito!!

sabato 26 settembre 2009

TORDELLO DI MELANZANA CON SORPRESA

Ecco la seconda ricetta estrapolata dalla cena all'Approdo del Duca a S.Stefano Camastra..In realtà è una ricetta rivista e corretta, in quanto a me è venuto fuori un tordello, in realtà sarebbero dovuti venir fuori degli involtini...Ma a quelli ci sto lavorando, e li posterò la prossima volta, ho intenzione di dargli un tocco molto grintoso, ma ci devo lavorare!!..Intando vi propongo questa versione: tordello di melanzana con sorpresa..E la sorpresa dove sta? Ma all'interno, naturalmente!! Infatti è farcito con un filetto di platessa e del Galbanino tagliato a fette sottili!
Ingredienti per 4 persone:
- 8 fette di melanzana spessa circa 5mm
- 8 filetti di platessa puliti e spellati
- 16 fette di Galbanino tagliato sottile
- maggiorana q.b.
- 4 cucchiai di olio extra vergine
- vino bianco q.b.

Scaldare il forno a 200°. Stendete le fette di melanzana adagiatevi sopra prima il filetto di platessa e spolveratelo con un po' di maggiorana (io ho utilizzato quella essiccata, ma potete utilizzare anche quella fresca), stendete le fette di Galbanino tagliato sottile e richiudete a metà, fissando il tordello con due stuzzicadenti. Disponete i tordelli ottenuti su una placca da forno, spolverizzateli ancora con la maggiorana un filo d'olio e una spuzzata di vino bianco.
Infornate per 20 minuti. Una volta portati a cottura e sfornati, lasciate riposare 2 minuti, poi impiattate.
Buon appetito!!

venerdì 25 settembre 2009

CAPONATA DI PESCE SPADA

Quest'estate in giro per la mia amata Sicilia, mi sono imbattuta in un ristorantino veramente niente male..per gli antipasti e tutto il resto, ma carente nella frittura, questo sì lo devo ammettere...Il ristorante è quello della foto, non ha un sito, sebbene sia collegato a quello dell'hotel adiacente, io ve lo lascio lo stesso, magari il sito del ristorante è in manutenzione e prima o poi si avvierà!! http://www.laplayablanca.it/ , il ristorante si chiama l'Approdo del Duca ed è sito in Contrada Fiumara a Santo Stefano di Camastra...
Dalla serata ho estrapolato due piatti deliziosissimi, uno è quello che segue, la caponata di pesce spada, e l'altro lo scoprirete nel post successivo!!
La caponata di pesce spada, io l'ho degustata come antipasto in un piatto che conteneva altri assaggi di mare, ma è una pietanza che si presta ad altre degustazioni, io l'ho usato come condimento per gli spaghetti, ma essendo ricco, può essere anche un ottimo secondo piatto!
ingredienti per 4 persone:
- 200g di pesce spada tagliato a listarelle
- 2 cipolle rosse di tropea
- 40 g di olive verdi snocciolate
- 40 g di olive nere sonocciolate
- 2 melanzane
- basilico q.b.
- 1 manciata di capperi dissalati
- 4 cucchiai d'olio extra vergine
- 750 g di passata di pomodoro
- 320 g spaghetti
Tagliare la cipolla a fettine sottili, lo spada a cubetti, tagliare a metà le olive e tagliare a cubetti le melanzane. Passare sotto l'acqua abbondante i capperi dissalati.
In una pentola, far soffriggere per qualche minuto la cipolla e aggiungere le melanzane tagliate a cubetti, far saltare per qualche minuto. Aggiungere la passata di pomodoro, i capperi e le olive, far cuocere per 15-20 minuti, mescolando ogni tanto per non far attaccare il composto alla pentola.
Cuocere in abbondante acqua salata gli spaghetti, e scolarli al dente.
Aggiungere per ultimo lo spada e continuare a cuocere per ulteriori 10 minuti, mescolando con delicatezza evitando di rompere i cubetti di spada.
Aggiungere gli spaghetti, e far insaporire per qualche minuto.
Servire nei piatti, spolverando con del basilico fresco.
Buon appetito!

giovedì 6 agosto 2009

100 POST E......VACANZE!!!

http://monicc.wordpress.com/2008/07/29/381/
Evvivaaaaaaaaaaaa!!!!!Anche io, proprio un giorno prima delle meritate ferie (me lo dico da sola AHAHAHAHAH) ho raggiunto quota 100!!!Giusto ieri col post sull'impanatura...
E dopo questi festeggiamenti, vi comunico che dopo le numerose finte di vacanza, amici miei, ci siamo finalmente giunti...ebbene sì....oggi è il penultimo giorno, domani l'ultimo (ovviamente, che sciocchina ahahahaha)!! Sabato sarà da delirio a preparare i bagagli e tutte le cose da portar via, domenica idem, e poi lunedì...si PARTEEEEEEEEEEEEEEE verso l'una, direzione porto di Civitavecchia, c'imbarcheremo alla volta della Sicilia dove passerò 20 giorni di totale e assoluto relax, spero di abbronzarmi come un carboncino, e fare tante bellissime foto...Non mancherò di appuntarmi le ricette che mi colpiranno (spero non mi facciano tanto male....colpiranno...male...ultimi deliri, perdonatemi....ingrassandomi soprattutto....), immortalando i momenti belli, quelli indimenticabili, quelli divertenti...ecc..ecc...Non mi resta che darvi appuntamento al mio ritorno, spero di ritrovarvi tutti, e perché no, magari di trovarne di nuovi!!!
Vi auguro col cuore BUONE VACANZE a tutti...mi congedo, con questa piccola poesia:
BAMBINI SULLA SPIAGGIA
I bambini s'incontrano
sulla spiaggia di mondi sconfinati.
Su di loro l'infinito cielo
è silenzioso, l'acqua s'increspa.
Con grida e danze s'incontrano
i bambini
sulla spiaggia di mondi sconfinati.
Fanno castelli di sabbia
e giocano con vuote conchiglie.
Con foglie secche intessono
barchette
e sorridenti le fanno galleggiare
sull'immensa distesa del mare.
- R. Tagore -

mercoledì 5 agosto 2009

IMPANATURA






Per fare una buona impanatura c'è un trucco quando si tratta di impanare le carni: bisogna incidere la carne nei bordi, per evitare che si arricci in cottora e perché aiuta l'impanatura a non cadere. La carne va condita con sale e pepe solo un attimo prima di impanarla. Bisogna friggere subito appena si è finito di fare l'impanatura: ciò serve per evitare che l'impanatura stessa si inumidisca. Ci sono due tipi di impanature: l'impanatura alla milanese e l'impanatura alla viennese.
Per l'impanatura alla milanese bisogna immergere l'alimento prima nell'uovo, lasciandolo anche riposare una decina di minuti se volete, e poi si passa nel pangrattato (che può essere anche misto a formaggio grattugiato). L'impanatura è adatta per la cotoletta, il pollo, il coniglio a pezzi, i tranci di pesce e per le verdure lessate.
Per l'impanatura alla viennese invece occorrono questi passaggi: 1) passare la carne nella farina, poi scuoterla leggermente per eliminare gli eccessi di farina. 2) immergere la carne nell'uovo, fatele sgocciolare 3) passarle infine nel pane gratuggiato. Occorre schiacciare bene con le mani l'impanatura. Come detto, bisogna friggete subito la carne altrimenti l'impanatura s'inumidisce.
Importantissima è la cottura: l'olio per la cottura deve essere sempre molto abbondante perché altrimenti brucia velocemente; al momento dell'immersione, l'olio deve avere la giusta temperatura; per verificarla intingere un bastoncino di legno: la temperatura ideale è raggiunta quando intorno a esso si formano delle bollicine. Questa modalità di controllo deve essere eseguita ogni volta che si procede con una nuova frittura. Una variante per friggere la cotoletta alla viennese, è usare burro a 180 gradi, cucinando un paio di minuti per lato e scuotendo di tanto in tanto la padella.

lunedì 3 agosto 2009

CI RIVEDIAMO A SETTEMBRE


Ci siamo, finalmente agosto è arrivato...L'ho atteso con trepidazione, nell'incertezza di cosa fare o cosa non fare...E invece, nonostante tutto, nonostante il lavoro che dà problemi anche quest'ultima settimana appena iniziata, la partenza è alle porte...
E' arrivato anche il momento di mandare in ferie il blog, passato l'intervallo, è giunto il momento di mandarlo proprio in vacanza...Oggi, è l'ultimo lunedì di lavoro, infatti lunedì prossimo, a quest'ora, starò caricando la macchina e verso l'ora di pranzo...Viaaaaaaaaaaaaaaaa......verso le meritate ferie, 17 giorni di spensieratezza, nella terra che io adoro....la mia Sicilia....
Mi aspettano colori d'inimmaginabile bellezza..profumi che inebriano la mente..sapori che stuzzicano il palato...I paesaggi che incorniciano tramonti mozzafiato...Il giallo della campagna che illumina la passeggiata...La festa del paese il 18 agosto...storia e tradizione si abbracciano in un connubio di misticità..
Ormai, amici miei ci siamo, farò tante, tantissime foto, perché possiate sognare un pochino insieme a me..e perché no, magari invogliarvi per l'anno prossimo, a visitare questa terra magnifica che è la splendida Sicilia..
Vi lascio con queste righe di Pascoli, anch'egli affascinato dall'incanto di questa Terra...
A settembre, amici miei!!
L'isola dei poeti
Di fronte
m'eri Sicilia, o nuvola rosa
sorta dal mare!E nell'azzurro un monte:
L'Etna nevosa.
Salve o Sicilia! Ogni aura che qui muove
pulsa una cetra od empie una zampogna
è canta o passa...Io ero giunto dove
giunge chi sogna...
- Giovanni Pascoli -

mercoledì 22 luglio 2009

INTERVALLO

Cari amici, l'estate è entrata nel pieno del suo regime e il caldo è abbastanza dirompente. La voglia di cucinare e sperimentare sapori inediti si è un po' assopita, colpa anche della stanchezza lavorativa...Mi prendo un periodo di pausa, lascio che le ferie ritemprino il mio spirito, ritornerò più pimpante di prima a settembre, magari con qualche sapore nuovo che porterò in ricordo delle ferie...

Per ora vi lascio con questa immagine del mare, che tanto amo e che ritempra lo spirito...

Vi auguro di passare delle bellissime ferie, sia che andiate in villeggiatura, sia che rimaniate nelle vostre città...Guardate, non è un male rimanere in città, specie se come me vivete in una città affollata, potrete scoprire dei lati nascosti che a causa delle frenesia non avevate mai notato...Per noi il momento della scoperta è d'inverno...per alcuni di voi l'estate...

Ci rivediamo a settembre, con foto, novità e curiosità!!

Vi lascio questa poesia in attesa di settembre!!




Estate

Ardono i seminati,


scricchiola il grano,


insetti azzurri cercano ombra,


toccano il fresco.


E a sera


salgono mille stelle fresche


verso il cielo cupo.


Son lucciole vagabonde.


crepita senza bruciare


la notte dell'estate.



- Pablo Neruda -



P.S.
per chi vuole, mi trovate qua: http://toscanacaputmundi.blogspot.com/

lunedì 13 luglio 2009

POLLO AROMATICO ALLE VERDURE


Finalmente torno ad aggiornare culinarmente questa mia creatura, la mia primogenita!!
Il mio ritorno lo faccio con un piatto a pase di carne bianca, il pollo aromatico alle verdure.
Piatto dietetico ma veramente saporito!!

ingedienti per 4 persone:
- 8 petti di pollo piccoli, o 4 grandi
- salvia q.b.
- rosmarino q.b.
- maggiorana q.b.
- 1 limone
- sale q.b.
- pepe q.b.
- 2 zucchine
- 1 peperone rosso
- 1 peperone giallo
- 1 melanzana

Togliere dai petti di pollo i filamenti di grasso e i nervetti. Avvolgerli nella pellicola trasparente e batterli col batticarne affinché si appiattiscano. Tritare finemente salvia, rosmarino e maggiorana, unire il trito al sale e al pepe e massaggiare i petti di pollo da entrambi i lati.

Adagiare i petti di pollo aromatizzati su un foglio di carta d'alluminio, e spruzzare con 1 quarto di limone.

Lavare e aciugare le verdure. Dividere a metà le zucchine e tagliarle a semi rondelline. Disporre gli spicchietti sulla carne.

Dividere i peperoni sia gialli che rossi in 4 spicchi e tagliarli a listarelline. Disporre prima di tutto il quarto di peperone giallo sopra lo strato di zucchine.

Continuare con un terzo strato di peperoni rossi.

Tagliare la melanzana in 4 e successivamente ogni quarto in spicchietti che andremo a posizionare come strato finale.
Aggiustare con il restante trito e chiudere il fagottino.
Infornare a 200° per 20/30 minuti.
Buon appetito!!!!





venerdì 10 luglio 2009

..FESTEGGIAMENTI..

Servizio..Servizio..Comunicazione di servizio..un'addetto alla cassa 5...
Ehm..scusate...
In realtà volevo comunicarvi che sarò assente fino a domenica, vado a festeggiare il mio suocerino che compie gli anni...
Non strappatevi i capelli in mia assenza, ritornerò alla grande lunedì mattina!!
Mi raccomando evitate le scene di panico....
BUON WEEK END!!!!

martedì 30 giugno 2009

- COMUNICATO -

Per chi fosse interessato ad avere aggiornamenti sull'esplosione avvenuta nella notte fra il 29 e il 30 giugno a Viareggio, vi rimando al mio blog "Curiosità dal Mondo", questo il link http://toscanacaputmundi.blogspot.com/, dove vi terrò informati sugli avvenimenti e sviluppi sulla vicenda.
Grazie, Debora

giovedì 25 giugno 2009

SORRISI DI PASTA BRISE'

SORRISO DI PASTA BRISE'
RIPIENO DI PROSCIUTTO COTTO E MOZZARELLA
Questa sera ero partita col voler festeggiare l'arrivo del tanto atteso Iphone di mio marito, allora ho detto: "stasera faccio le penne con i fiori di zucca, e il tacchino alla pizzaiola!!". Arrivo all'esselunga, che, per chi di voi non la conoscesse è un supermercato, e vado spedita come un fuso verso il banco della verdura: SHOCK, neanche una confezione di fiori di zucca, solo zucchine con fiori bruttini....DELUSIOOOOONEEEEEEE.......Panico....e ora? Avevo impostato il mio cervello tutto il mio pomeriggio nell'elucubrazione delle penne con i fiori di zucca...e ora mi si erano rotte le uova nel paniere....Giro tra i corridoi come un'anima in pena alla disperata ricerca di un'idea alternativa.....e....ZAC!!!Passando davanti al banco frigo, mi è caduto l'occhio sulla pasta brise'....Toh!!Ho esclamato, stasera facciamo due sformatini in vece delle penne...Non è assolutamente la stessa cosa, ma devo finire di rodare il forno....Ed ecco che sono nati i due sorrisi di pasta Brise'.
La prima foto si riferisce a quello ripieno di Prosciutto cotto e mozzarella, il secondo, invece, è ripieno di robiola e salmone affumicato. Ecco come si preparano:
SORRISO DI PASTA BRISE' RIPIENO DI PROSCIUTTO COTTO E MOZZARELLA
ingredienti x 4 persone:
- 1 confezione di pasta brise'
- 70 g di prosciutto cotto
- 100 g di mozzarella
Stendere su una placca da forno la pasta brisè. Su metà pasta, stendere le fette di prosciutto cotto. Tagliare la mozzarella a listarelle e stenderle sopra il prosciutto cotto. Piegare la restante pasta come fosse un tordello, e sigillare i lati. Infornare a 200° x 30 minuti.

SORRISO DI PASTA BRISE'
RIPIENO DI ROBIOLA E SALMONE AFFUMICATO
ingredienti x 4 persone:
- 1 rotolo di pasta brise'
- 200 g di robiola
- 100 g di salmone affumicato a fette
Stendere la pasta brise' su una placca da forno. Su una metà, stendere la robiola e ricoprire con le fette di salmone affumicato. Ripiegare la pasta come fosse un tordello, e sigillare i bordi. Infornare a 200° per 30 minuti.

BUON APPETITO!!

lunedì 22 giugno 2009

LA CROSTATA DELL'AMICIZIA

Questa torta, che io ho chiamato "La torta dell'amicizia", è un regalo della mia cara amica Nicole..Si tratta di una torta di frolla ripiena di crema di ricotta. Ringrazio la cara Nicole, per avermi donato questa preziosa ricetta, vi assicuro che è veramente deliziosa!! Buon appettito!!

ingredienti:
- 2 uova
- 2 tuorli
- 170 g di zucchero
- 450 g di farina
- 170 g di burro fuso
- 1 pizzico di sale
- 1 bustina di lievito in polvere
- 300 g di ricotta
- 250 ml di panna
- 125 g di gocce di cioccolato
- 50 di mandorle

Fare la fontana con la farina, aggiungere zucchero, uova, lievito e il burro fuso. Impastare e poi fai riposare la palla quasi elastica. A parte lavora 300 g di ricotta, con 250ml di panna liquida. Rendere cremoso il composto e leggermente liquido. Poi mettere le gocce di cioccolato e 50 g di mandorle. Stendere metà pasta in una teglia e versa il composto. L'altra metà si stende su una carta da forno e poi si stende per intero sulla crostata. Il composto deve venirsi a trovare tra due strati di pasta frolla. Infornare a 170/180° Fino a quando non si dorerà di un biondo medio. Consumare a temperatura ambiente.


giovedì 18 giugno 2009

........BUON COMPLEANNO NICOLE!!!!!!!............




LA GIOIA DELL’AMICIZIA
Un amico fedele
è un balsamo nella vita,
è la più sicura protezione.
Potrai raccogliere tesori d’ogni genere
ma nulla vale quanto un amico sincero.
Al solo vederlo, l’amico suscita nel cuore
una gioia che si diffonde in tutto l’essere.
Con lui si vive un’unione profonda
che dona all’animo gioia inesprimibile.
Il suo ricordo ridesta la nostra mente
e la libera da molte preoccupazioni.
Queste parole hanno senso
solo per chi ha un vero amico;
per chi, pur incontrandolo tutti i giorni,
non ne avrebbe mai abbastanza.
GIOVANNI CRISOSTOMO

lunedì 15 giugno 2009

AUGURI ALESSANDROOOOOOO!!!!!!!!!!!!!

La vita è una stella meravigliosa che diventa cometa apre il cuore la ragione e il sentimento. Il valore della vita, non sta nella lunghezza dei giorni ma nell'uso che ne facciamo, essa è un dono. Ogni giorno è un nuovo inizio di speranza affinché le ombre di ieri non offuschino la luce di domani. Mese dopo mese, anno dopo anno, la tua andolescenza ha versato un canto felice ove una nota l'ha resa deliziosa e il piacerei ntona i tuoi giorni. Tra il passato in cui alleggiano i lieti ricordi e il futuro ove arriverà l'aurora c'è il presente con nuove esperienze.
Arrivederci dolce andolescenza una nuova vita ti sta aspettando...
- Anton Pavlovič Čechov -

venerdì 5 giugno 2009

GIOCHINO


Giochino prelevato dalla mia cara amica Nicole!!Si devono elencare 5 desideri Glamour ed ancora 8 cose da fare prima di morire....e da ultimo si devono nominare altri 10 blog.

DESIDERI GLAMOUR:
1. - Viaggiare e visitare tutto il mondo
2. - Comprarmi il Ducati Monster e aggeggiarmelo come ho in mente
3. - Avere un agriturismo con annesso centro termale
4. - Comprarmi la nuova 500
5. - Comprarmi una barca a vela

8 COSE DA FARE PRIMA DI MORIRE
1. - Ristrutturare ed arredare casa
2. - Essere più paziente
3. - Passare molto tempo con la mia famiglia
4. - Chiacchierare con i miei amici, vicini e lontani!!
5. - Disegnare spesso
6. - Ascoltare la mia musica preferita
7. - Andare al Louvre
8. -Andare al MoMA

Ragazzi, sembra facile 'sta cosa, ma mica lo è....io c'ho messo tutto il pomeriggio a trarre queste conclusioni!!
Passo il giochino a tutti i miei cari lettori, e a tutti quelli che passano di qui!!
Un abbraccio, Debora

giovedì 4 giugno 2009

APPELLO: FAR GIRARE PER FAVORE

ARTICOLO presente su FACEBOOK. Leggetelo, rimarrete a bocca aperta come me...non ho parole per commentare.
9 maggio 2009
GIORNATA MONDIALE DELL'ORGOGLIO PEDOFILO (meglio dire PEDOCRIMINALE) SI AVETE LETTO BENE, IL 23 GIUGNO SI TERRA' LA GIORNATA MONDIALE DELL'ORGOGLIO PEDOFILO, TUTTI I PEDOFILI DEL MONDO ACCENDERANNO UNA CANDELA AZZURRA. UN GESTO SIMBOLICO PER RICORDARE I PEDOFILI INCARCERATI PERCHE', COME DICONO LORO,"VITTIME DELLE DISCRIMINAZIONI, DELLE LEGGI INGIUSTAMENTE RESTRITTIVE PER RIBADIRE L'AMORE CHE PROVIAMO PER I BAMBINI"(BOYLOVEDAY INTERNATIONAL). QUESTE PERSONE, SE COSI' POSSIAMO CHIAMARLE, HANNO PURE UN SITO CHE NON E' UN SITO ILLEGALE, NON CONTIENE PORNOGRAFIA, ANZI QUESTI SIGNORI SI IMPEGNANO A CONVINCERE I LORO LETTORI DI AGIRE NEL BENE, DI VOLERSI DIFFERENZIARE DAI CRIMINALI, DA CHI FA ATTI VIOLENTI, DA CHI COSTRINGE I BAMBINI, I RAGAZZI, DICENDO CHE LORO LI AMANO. INTERESSANTE LA GALLERIA DI IMMAGINI, DOVE ANCHE BABBO NATALE VIENE MOSTRATO COME PEDOFILO DOVE ADDIRITTURA VIENE MOSTRATO UN PRETE AMOREVOLE CON UN RAGAZZO, SI EVINCE UN DESIDERIO DI FAR APPARIRE ASSOLUTAMENTE NORMALE O COME PERVERSIONE SESSUALE, CHE NE SO' COME PARTECIPARE AD UN'ORGIA, UN RAPPORTO AMOROSO TRA UN RAGAZZINO E UN ADULTO. NON E' UNA NOVITA', SONO 8 ANNI CHE QUESTA GIORNATA ESISTE, CHE QUESTO SITO E' ON LINE, NELL'INDIFFERENZA GENERALE DI TUTTI GLI ORGANISMI INTERNAZIONALI, QUALCUNO HA ADDIRITTURA RICHIESTO L'INTERVENTO DELL'ONU, MA TUTTO E' RIMASTO COSI' COM'E'. ORA E' PARTITA UNA PETIZIONE, CI SONO 3 PAGINE SU QUESTA GIORNATA E LA POLIZIA POSTALE SPIEGA PERCHE' NON SI PUO'CHIUDERE QUEL SITO. L'ASSOCIAZIONE "PICCOLO ALAN" ONLUS CHIEDE CHE VENGANO OSCURATI TUTTI I SITI WEB CHE IN QUALCHE MODO DANNO VOCE E SPAZIO ALLA PEDOFILIA. LE ISTITUZIONI PRENDANO UNA FERMA POSIZIONE CONSIDERANDO REATO ANCHE LA SOLA PROMOZIONE ONLINE DI QUESTO TURPE MERCATO. UN FERMO "NO" CONTRO LA GIORNATA INTERNAZIONALE DELL'ORGOGLIO PEDOFILO. PROVIAMOCI, FACCIAMO UNA CATENA DI BLOGGER, SE CREDETE CHE POSSIAMO URLARE UN NO ANCHE NOI, PRENDETE QUESTO POST, COPIATELO NEI VOSTRI BLOG, NEI VOSTRI SITI, INVIATELO PER E-MAIL AI VOSTRI AMICI, CONOSCENTI, PRENDETELO E FATELO PRENDERE AI VOSTRIAMICI BLOGGER, UNIAMO LE NOSTRE FORZE PER QUALCOSA DIPOSITIVO. Vi prego e vi invito a far girare il più possibile questa mail. Uniti si può combattere questa piaga. L'indifferenza E' COMPLICITA'. Grazie MESSAGGIO FATTO CIRCOLARE DA: Alberto Sala Presidente Associazione "PICCOLO ALAN" ONLUS

INSALATA GRECA CON VARIANTI

Eccomi di nuovo a voi, miei cari lettori, scusate la pausetta un po' lunghina, ma il tempo ogni tanto scarseggia, e anche la possibilità di fare piatti un po' particolari ogni tanto manca....Qualche sera fa, avevo una coppia di amici a cena, non avevo molto tempo per elaborare piatti particolarmente ricercati, ma avevo voglia di fare una cosa abbastanza carina.
Io e la mia amica siamo formaggio dipendenti, così mi è venuta alla mente l'insalata greca mangiata in viaggio di nozze nella tappa al Pireo, ed ecco bella pronta un'insalatina particolare, ma che accontenta un po' tutti. Ho escluso dalla ricetta il cetriolo, in quanto piace solo a me, e i peperoni perchè non a tutti piacevano crudi, e siccome la maggioranza vince, ho fatto contenti tutti gli altri commensali.

INSALATA GRECA CON VARIANTI

ingredienti per 4 persone:
- 250 g di feta
- 250 g di pomodori pachino
- 100 g di olive nere snocciolate
- 2 cipolle di tropea
- origano q.b.
- 4 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
Lavare e asciugare i pomodorini, e dividerli in 4 e metterli in un'insalatiera. Tagliare a cubetti la feta e aggiungerla ai pomodori. Scolare le olive e passarle velocemente sotto l'acqua per togliergli il sapore forte di salamoia, poi aggiungerle al resto degli ingredienti. Pulire le cipolle e tagliarle a rondelline sottili, e aggiungerle nell'insalatiera. Condire con i 4 cucchiai d'olio e l'origano.
Servire.
Buon appetito!!

sabato 30 maggio 2009

- GRAZIE STELLA!!! -

Ringrazio Stella http://stella-ilbeneinnoi.blogspot.com/ per avermi omaggiata di questo premio per aver indovinato il suo indovinello: http://stella-ilbeneinnoi.blogspot.com/2009/05/indovinello.html!!
Ho scelto questo premio perchè le sue parole rispecchiano come siete voi, miei lettori, e quindi dedico a tutti voi questo premio, come ho fatto nel mio blog http://toscanacaputmundi.blogspot.com.
Un caro abbraccio, Debora.

lunedì 25 maggio 2009

LOMBARDIA - I PIZZOCCHERI DI MAMMA CLAUDIA! -


Ebbene sì, ce l'ho fatta!! Dopo lungo stressare la mia cara suocera Claudia, ce l'ho fatta a farmi dare la ricetta dei suoi mitici PIZZOCHERI VALTELLINESI!!

PIZZOCCHERI DI MAMMA CLAUDIA
ingredienti per 8 persone:
- 1 kg di coste (bietole o erbette)
- 8 hg di Casera Valtellinese
- 8 hg di patate novelle
- 1/2 kg di pizzoccheri
- 200 g di burro
- 50 g di olio
- un mazzetto di salvia
- 2 spicchi d'aglio
- parmigiano reggiano q.b.
Lessare in abbondante acqua salata, 1 kg di coste mondate, e 8 hg di patate novelle tagliate a metà. Aggiungere alle verdure dopo circa 10 minuti, 1/2 kg di pizzoccheri e terminare altri 10 minuti circa. Nel frattempo, frullare 8 hg di Casera Valtellinese; in un pentolino far rosolare 200g di burro e 50 g di olio con due spicchi d'aglio e la salvia. Scolare la pasta e la verdura, versare in una pirofila, condire con il burro el'olio precedentemente aromatizzato, togliendo l'aglio e la salvia, aggiungere il formaggio e parte del parmigiano e mescolare. Coprire col restante formaggio e far gratinare in forno a 170° x 15-20 minuti.
Mamma Claudia prepara tutto il giorno prima e al momento di servire, scalda in forno sempre a 170° sempre per 15-20 minuti coprendo la teglia con la carta stagnola per non far seccare la pasta e avendo cura di non far bruciare lo strato superiore!
Buon appetito!

sabato 23 maggio 2009

- BUON COMPLEANNO BRUNO!!! -

Oggi è il compleanno di Bruno http://roccaforte.blogspot.com:


TANTI AUGURI DI BUON COMPLEANNO!!!
"La vita è come un libro, ogni giorno una nuova pagina e ogni anno, un nuovo capitolo nel quale immergersi per vivere a fondo ogni nuova emozione, lasciando i momenti brutti nelle pagine precedenti, e portare nel proprio cuore, solo i momenti più belli ed accattivanti!!"
DEBORA

mercoledì 20 maggio 2009

INSALATA DI FARRO


Ehm...ammetto che la foto non è delle migliori.....prometto che la sostituirò al più presto!!
Insomma, amici, è arrivato il caldo, e come anno, è giunto il momento di mangiare sano, leggero ma nutriente, ecco allora oggi vi propongo l'insalata di farro!

INSALATA DI FARRO
ingredienti per 2 persone:
- 160 g di farro
-3 pomodori maturi
- 1 scatoletta di tonno da 120 g al naturale
- 1 scatoletta di tonno da 80 g all'olio
-2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
Lessare per 10 - 15 minuti, in abbondante acqua salata il farro. Quelli oggi in commercio, non necessitano di ammollo! Nel frattempo, scolate il tonno, e aiutandovi con una forchetta, sminuzzatelo all'interno di una zuppiera. Lavate e asciugate i pomodori e tagliateli a cubetti, poi uniteli al tonno. Scolate il farro, e passatelo velocemente sotto l'acqua fredda per bloccarne la cottura, unitelo al tonno e al pomodoro, condite con l'olio e fate raffreddare.
Al momento di servire, per chi lo gradisce, si può aggiungere un po' di basilico.
Buon Appetito!

SPIEDINO DI CAPRESE


Niente di eccezionale, cari amici, ieri essendo una giornata molto calda, e volendo poi la sera avere il tempo di andare a fare 'du passi in riva al mare', ho preparato in anticipo la cena, di cui questa rivisitazione di caprese, faceva parte!
SPIEDINO DI CAPRESE
ingredienti per 2 persone:
- 18 pomodorini pachino
- 1 confezione da 250 g di mozzarella a bocconcini
- origano q.b.
- 3 cucchiai di olio extra vergine
- 6 spiedini lunghi
Lavare i pomodorini pachino e asciugarli con la carta assorbente. Scolare le mozzarelline dall'acqua di conservazione. Alternare un pomodoro e una mozzarellina su ogni spiedino, inserendo tre pomodorini e tre mozzarelline per spiedino.Disporre gli spiedini in un piattodi portata, spolverizzare con l'origano, e condire con l'olio. Mettere in frigo per almeno 2 ore affinchè s'insaporisca e servire.
Buon appetito!!

martedì 19 maggio 2009

INIZIATIVA CONTRO LA DISINFORMAZIONE


"Aderisco all'iniziativa contro la disinformazione,promossa dai ragazzi del blog "Abruzzo, 6 Aprile 2009"."

L'informazione in Italia fa pena, lo sappiamo tutti e ce lo dicono anche i dati ufficiali che raccontano di come il nostro sia tra i Paesi dove la libertà di informazione è praticamente assente. Ma quello che ci sta lasciando perplessi non è tanto la faziosità di alcuni Tg ma la mancanza totale di informazione; una vera disinformazione è quella che entra nelle nostre case alle 13 e alle 20. Stiamo parlando in maniera particolare del TG5 che, soprattutto da quando ha cambiato direttore, è diventato un Tg pieno di lacune, notizie censurate e notizie che dimostrano una realtà ben diversa dalla vita che tutti noi vediamo. Un Tg dove parlano pochi, dove le notizie sono distorte e dove oltre il danno spesso si aggiunge la beffa.. come quando mandano in onda servizi per convincerci che la crisi economica è passata e dopo 10 minuti ci fanno vedere diamanti o auto che su 1000 che guardano la televisione in quel momento forse si possono permettere 2 persone. Basta!Basta! Da oggi noi lanciamo una nostra campagna contro la disinformazione accompagnata da questo logo. Chi vuole aderire si senta libero di farlo e di far girare questo post.

venerdì 15 maggio 2009

UN PO' DI DOLCEZZA.....

Voglio ringraziare "il folletto paciugo " http://ilfollettopaciugo.blogspot.com, per avermi donato questo premio, principe di dolcezza proprio cme la persona che me l'ha donato.
Io a mia volta dono questo premio a:
- Pati: http://padellamagica.blogspot.com
- Nicole: http://ladonnaconlafinestrasulmare.blogspot.com
- Darksecretinside: http://darksecretinside.blogspot.com

Un bacione a tutti!!
Debora

INTERRUZIONE DEI PROGRAMMI


Cari amici, sembra che i problemi non finiscano mai....Ieri finalmente mi hanno aggiustato il monitor, oggi non riesco ad accedere ai vostri blog se non con estrema difficoltà e innumerevoli prove....Scusatemi se non potrò venirvi a visitare fin tanto che non sistemo questo discreto problema....Intanto vi auguro un buon week end, divertitevi e rilassatevi!!
Un caro abbraccio, Debora.

domenica 10 maggio 2009

TIRAMISU' ALLE FRAGOLE

In occasione della festa della mamma, ho pensato di festeggiarla facendole un dolcino...Qualche giorno fa ho fatto il tiramisù classico, questa volta, mi sono cimentata nel tiramisù alle fragole. Onestamente ne ho sempre sentito parlare, non l'ho mai assaggiato, ne ho mai visto la ricetta. L'ho fatto a mia fantasia, perchè la cucina è creatività!
Mi ha detto mia mamma che è venuto meraviglioso, quindi posso darvi la ricettina segreta del mio tiramisù alle fragole!

TIRAMISU'ALLE FRAGOLE
ingredienti x 4 persone:
- 250 g di fragole
- 500 ml di panna da montare
- 2 tuorli
- 4 cucchiai di zucchero
- 200 g di savoiardi
- cointreau q.b.
- zucchero semolato q.b.
Pulire e lavare le fragole. Asciugarle con la carta assorbente e tagliarle a fettine sottili nel senso della larghezza. Separare i tuorli, e mescolarli con lo zucchero, aiutandovi con lo sbattitore elettrico, fin quando il composto non è cremoso. In una ciotola a parte, montate la panna, come detto in precedenza, i risultati migliori si ottengono lasciando la panna in freezer almeno per un ora, tenendo d'occhio che non congeli. Una volta montata, aggiungete il composto di uova e zucchero, e amalgamate bene. Prendete un contenitore capiente, bagnate col cointreau i savoiardi, e stendeteli nel contenitore formano un primo strato. Versate, aiutandovi con un cucchiaio, un primo strato di panna, stendetela uniformemente su tutti i savoiardi. Ricoprite la crema con le fettine di fragola. Procedete analogamente fino ad esaurimento degli ingredienti, l'ultimo strato deve essere di fragole. Coprite con la pellicola trasparente e ponete a riposare per almeno un giorno in frigorifero. Al momento di servire, spolverate con zucchero semolato.
Buon Appetito!

......AUGURI MAMMA!!!!..........

Auguri mamma!
Sei la persona più speciale della mia vita.
Io ci sono perchè tu e il papà mi avete voluta
il dono più grande che mi avete fatto
è la vita.
Non ti ringrazierò mai abbastanza per avermi cresciuta
e per avermi fatto diventare ciò che sono oggi.
Ti ringrazio, per avermi trasmesso i valori importanti
quei valori che sono per me il dono più prezioso.
Ti porto sempre con me
Ti penso sempre
E non posso fare a meno di Te.
Ho ancora bisogno di sentire la tua voce
penso non smetterò mai di averne bisogno:
la mamma è sempre la mamma!
Spero un domani, quando avrò dei figli,
di essere una mamma esemplare come te.
Auguri mamma!!
TI AMO!!
-Debora-

....UN PREMIO SPECIALE......


Grazie di cuore alla cara Nicole http://ladonnaconlafinestrasulmare.blogspot.com/ per avermi dato questo premio speciale.. Ogni persona è unica, e ogni persona nella sua unicità è speciale!
Questo premio lo dedico a tutti voi, miei lettori, perchè ognuno di voi è speciale, e leggendo la vostra fantasia, mi donate momenti di felicità!
Debora
e tutte le persone speciali

venerdì 8 maggio 2009

TIRAMISU' SBAGLIATO

Mi sono cimentata nel secondo tiramisù della mia vita....Il primo lo feci per il mio compleanno almeno 4 o 5 anni fa (miiiiiii come passa il tempo.........), il secondo ieri. Tiramisù sbagliato: perchè? Perchè sennò il mio soprannome non era pasticcio! Allora avevo preparato tutto: utensili, ingredienti, caffè....Stavo separando i tuorli dall'albume....ero all'ultimo uovo....mi stava per cadere l'ultimo tuorlo negli albumi: panico! Con uno scatto felino tiro su il tuorlo, ma con la leggiadria i un elefante in una cristalleria, rovescio tutti gli albumi per terra. :"-C Addio agli albumi da montare a neve....Ma non mi son persa d'animo, e ho detto: "SI FA COME A FAENZA.....SI FA SENZA!!!"....Ed ecco che è nato il tiramisù sbagliato....Questa sera lo abbiamo mangiato, dopo un giorno di riposo....il mio critico gastronomico di fiducia (mio marito!) ha detto che è venuto veramente buono!!
Quindi eccovi la mia personalissima ricetta del tiramisù!
TIRAMISU' SBAGLIATO
ingredienti per 12 persone:
- 400 g di savoiardi
- 6 tazzine di caffè espresso
- 4 tuorli
- 150 g di zucchero
- 750 ml di panna da montare
- cacao amaro q.b.
Fare il caffè e lasciarlo raffreddare. In una terrina sbattere i tuorli con lo zucchero fino a far diventare il composto omogeneo. In un'altra terrina montare la panna, deve essere fermissima, i risultati migliori si ottengono tenendola un ora nel freezer, ovviamente senza farla congelare..Unire le uova montate con lo zucchero alla panna, e mescolare fino ad amalgamare il tutto. Bagnare i savoiardi e stendere un primo strato, ricoprire con un primo strato di panna. Procedere così alternativamente, fino ad esaurire gli ingredienti, e terminando gli strati con la panna. Coprire con pellicola trasparente, e lasciar riposare in frigorifero almeno un giorno. Al momento di servire, spolverare con un po' di cacao amaro...Buon appetito!

Forse ti potrebbe interessare anche:

Related Posts with Thumbnails