domenica 5 aprile 2009

INFO SU ALCUNI ALIMENTI

Ieri mentre elencavo gli alimenti consentiti per i celiaci, mi sono accorta che ce ne sono alcuni che per i più potrebbero essere sconosciuti. Ho fatto una piccola ricerca (fonte wikipedia), e ho trovato la descrizione di questi alimenti, eccola:

AMARANTO: una pianta originaria del centro America, dai chicchi commestibili e usualmente consumati come cereali. Ricco di proteine, fino al 16%, con elevato valore biologico contenendo, rispetto ai cereali, il doppio di lisina, amminoacido essenziale di cui sono carenti quasi tutti i cereali. Ha un elevato contenuto di calcio, di fosforo, di magnesio e di ferro. Grazie inoltre all'elevato contenuto di fibre, ha un effetto positivo sulla digestione e sul ricambio. Essendo privo di glutine è indicato per l'alimentazione di chi è affetto da morbo celiaco, o ha problemi intestinali, ma anche ai bambini nel periodo dello svezzamento. Una volta bollito risulta una massa gelatinosa (lo stesso si può dire per la tapioca), quindi è preferibile cucinarlo in abbinamento a verdure, con un conseguente miglioramento del sapore e del valore nutritivo. Si cuoce, dopo il lavaggio, in due parti di acqua con un cucchiaino di sale marino integrale. Impiega 20 minuti in una pentola a pressione e 30 minuti in una pentola normale. Non mescolare e lasciar riposare 10 minuti dopo la cottura a pentola coperta, per permettere ai chicchi di finire di gonfiarsi. Il sapore è leggermente dolciastro. I grani possono anche subire una tostatura con un filo di olio, i semi d'amaranto scoppiano, ottenendo così una sorta di pop-corn ideale per muesli, croccanti e pasticcini, o equivalentemente possono essere soffiati.

QUINOA: è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Chenopodiaceae, come gli spinaci o la barbabietola. La quinoa è un alimento particolarmente dotato di proprietà nutritive. Contiene fibre e minerali, come fosforo, magnesio, ferro e zinco. È anche un'ottima fonte di proteine vegetali. Contiene inoltre grassi in prevalenza insaturi. La quinoa, inoltre, è particolarmente adatta per i celiaci, in quanto è totalmente priva di glutine, adatta sia agli adulti sia ai bambini.

MANIOCA: è una pianta della famiglia delle Euphorbiaceae originaria del Sudamerica e dell'Africa subsahariana. Ha una radice a tubero commestibile, e per questo motivo è coltivata in gran parte delle regioni tropicali e subtropicali del mondo. La radice di manioca è in effetti la terza più importante fonte di carboidrati nell'alimentazione umana mondiale, ed è una delle principali fonti di cibo per molte popolazioni africane. La radice viene preparata e cucinata in moltissimi diversi modi; tra l'altro, se ne ricava una fecola nota come tapioca. Tutte le varietà moderne di M. esculenta sono prodotto dell'addomesticamento e della selezione artificiale da parte dell'uomo. La radica di manioca è lunga e si assottiglia a una estremità, come una carota; contiene una polpa dura, bianca o giallastra, racchiusa in una scorza spessa pochi millimetri, ruvida e marrone. Le varietà di manioca coltivate per la commercializzazione possono essere lunghe fino a 80 cm, con un diametro di circa 5 centimetri. Un cordone legnoso corre lungo l'asse del tubero. La radice di manioca è commestibile, e costituisce una fonte di alimentazione importantissima per molti paesi del Sud del mondo. Le varietà di manioca sono classificate in "dolci" o "amare"; la polpa della radice di manioca dolce può essere mangiata cruda, mentre quella della manioca amara è tossica, e deve essere elaborata. Anche le foglie crude delle manioca sono tossiche, ma diventano commestibili per esempio dopo una lunga bollitura. La tecnica tradizionale africana per rimuovere le tossine (cianoglicosidi) dalla radice di manioca consiste nel pelarla, tenerla immersa in acqua a fermentare per 3 giorni, e poi essiccarla o cuocerla. La radice di manioca può essere cucinata in una grande varietà di modi, molti dei quali identici a quelli impiegati per le patate. La si può mangiare bollita, eventualmente schiacciata in forma di purée; dopo la bollitura o la cottura al vapore può essere affettata o ridotta in piccoli pezzi e fritta come le patatine o arrostita come le patate al forno.
La manioca può essere anche pestata per ottenere una fecola o farina insapore nota come tapioca, simile al sago, che ha diversi impieghi; la si può utilizzare per creare un dolce simile al budino di riso, o per realizzare alimenti simili al pane e altri derivati della farina di grano. Per questo motivo, la tapioca (o farina di manioca) compare fra gli ingredienti di molti prodotti dietetici pensati per le persone affette da celiachia o altre forme di intolleranza al glutine. Dalla polpa della radice di manioca, schiacciata e fatta fermentare, si possono ottenere anche bevande alcoliche.

SORGO: è una pianta erbacea annua della famiglia delle Graminacee. Anche detto dhurra, è un cereale di largo consumo, in Africa soprattutto, destinato agli uomini e agli animali domestici.

TEFF: è un cereale proprio dell'Etiopia e dell'Eritrea, dove viene coltivato e utilizzato nell'alimentazione umana. Come tutti i cereali, il teff fornisce soprattutto un apporto di carboidrati complessi (amido). Il teff è ricco di fibre, di calcio e di ferro ben assorbibile.
Il teff contiene un'importante percentuale di proteine e ha un eccellente assortimento di aminoacidi essenziali.

8 commenti:

Mestolo e Paiolo ha detto...

Grazie per le informazioni, ti segnalo il blog di una mia cara amica che, tratta ricette al riguardo:
http://esperimentiepasticciincucina.blogspot.com/
Buona domnica delle Palme.
Un abbraccio,
Stefano

Patricia ha detto...

Ciao Debora, innanzitutto dobbiamo capire che errore è. Se dice che il blog deve perdere degli widgets, è normale, salva e continua. Se non è questo, mi dici qual'è che provo a capire cos'è successo.

Alessandro ha detto...

non ne conoscevo neanche una!!

Patricia ha detto...

Debora, i file sono in formatto zip, li devi estrarre, poi nel blog cliccare su "scegli file", cercare il file dove l'hai messo, caricare, poi salvare. Forse hai saltato alcune di queste tappe... boh, vediamo, fammi sapere.

P.S: Per quanto riguarda il tuo post, la manioca è molto comune in Brasile. La farina di manioca noi la mangiamo con qualsiasi cosa, per esempio, qui quando uno mette del formaggio sulla pasta, noi mettiamo la farina sui fagioli... trovi anche una ricetta di torta alla manioca nel mio blog. http://padellamagica.blogspot.com/2008/12/torta-di-manioca-della-mamma.html
'E troppo buona

Patricia ha detto...

Come i tanti per scrivere i post sono spariti? Forse hanno cambiato posizione, ma sono sempre li... sulla bacheca: nuovo post.

il giacobino ha detto...

COMPLIMENTI PER LE INDICAZIONI CHE DAI DI RICERCA SULLE ERBACEE E ALTRO, NEL TUO POST. APPROFONDIRO' IL TUTTO...OGGI MANGIO UNA INSALTA MISTA E UNA MOZZARELLA, POI UN PEZO DICROSTATA DI MELE E CAFFE, PER MANTENERMI LEGGERO PER IL LAVORO.BUONA GIORNATA.

Guernica ha detto...

Grazie per essere passata da me.Qui sulla costa è tutto a posto, solo paura stanotte.Però oggi siamo un po' tutti tesi.Io non riesco a stare ferma nello stesso posto per più di 10 minuti e si guarda la tv ogni tanto.E vengo online e telefono...Ma la cosa peggiore e non poter fare nulla di concreto ancora.

Debora ha detto...

ciao!!! grazie per i consigli sul vestito!!! hai indovinato a pieno sul mio abito!!!! sei una streghetta??!! :-)ma non dirlo a nessuno.. shhh.. secret! grazie anche per i complimenti sul blog di cucina!!! veramente gentile.. anche io ti ho aggiunta così mi aggiorno...buona serata!!!

Forse ti potrebbe interessare anche:

Related Posts with Thumbnails